Un asteroide sta per sfiorarci (ma non rischiamo)

Nella notte tra giovedì 26 gennaio e venerdì 27 gennaio la Terra sarà sfiorata da un piccolo asteroide che passerà a una distanza eccezionalmente ravvicinata dal nostro Pianeta. L’asteroide, scoperto appena qualche giorno fa e battezzato “2023 BU”, passerà sopra la punta meridionale del Sud America intorno all’1:27 ora italiana, quando si troverà ad appena 3.600 chilometri dalla superficie terrestre e ben all’interno dell’orbita dei satelliti geosincroni.

Nessun pericolo! Non c’è alcun rischio che l’asteroide impatti sulla Terra e, anche se lo facesse, questo piccolo oggetto, che ha dimensioni stimate tra i 3,5 e gli 8,5 metri, finirebbe per trasformarsi in una palla di fuoco e disintegrarsi in modo innocuo nell’atomsfera.

diagramma asteroide

Questo diagramma orbitale mostra la traiettoria di 2023 BU – in rosso – durante il suo avvicinamento alla Terra nella notte tra il 26 e il 27 gennaio 2023. L’asteroide passerà circa 10 volte più vicino alla Terra rispetto all’orbita dei satelliti geosincroni, indicata dalla linea verde.
© NASA/JPL-Caltech

2023 BU è stato scoperto dall’astronomo dilettante Gennadiy Borisov, lo stesso che qualche anno fa scoprì la cometa interstellare 2I/Borisov, sabato 21 gennaio e da quel momento è stato osservato e analizzato da diversi astronomi che ne hanno ricostruito l’orbita.

Previsione. Il sistema di valutazione dei rischi di impatto Scout della NASA, gestito dal Center for Near Earth Object Studies (CNEOS) presso il Jet Propulsion Laboratory dell’agenzia nella California meridionale, ha subito previsto che non ci sarà impatto.

Il CNEOS calcola le orbite note di asteroidi vicino alla Terra per fornire valutazioni sui potenziali rischi di impatto: «Scout ha rapidamente escluso il 2023 BU come possibile “impattatore”, ma nonostante le pochissime osservazioni, è stato comunque in grado di prevedere che l’asteroide si sarebbe avvicinato in modo straordinario alla Terra», ha dichiarato Davide Farnocchia, ingegnere del JPL della Nasa che ha sviluppato Scout. «In effetti, questo è uno dei passaggi più ravvicinati mai registrati da parte di un oggetto vicino alla Terra». Per la precisione, è il quarto di questa speciale classifica.

Gli effetti del passaggio. Vale la pena aggiungere che, come qualsiasi asteroide che passa vicino alla Terra, anche 2023 BU subirà un cambiamento di traiettoria a causa della gravità del nostro pianeta: in questo caso l’asteroide si avvicinerà così tanto che la sua orbita intorno al Sole dovrebbe venire alterato in modo significativo. Prima dell’incontro con la Terra, l’orbita dell’asteroide intorno al Sole era approssimativamente circolare e si avvicinava a quella della Terra, impiegando 359 giorni per completarsi. Dopo l’incontro, l’orbita dell’asteroide sarà più allungata, spostandosi a circa metà strada tra le orbite della Terra e di Marte nel punto più lontano dal Sole. E la durata dell’orbita dovrebbe diventare di 425 giorni.

Continua la lettura su: https://www.focus.it/scienza/spazio/asteroide-appena-scoperto-passaggio-ravvicinato-senza-rischi Autore del post: Focus Rivista Fonte: http://www.focus.it

Articoli Correlati

Emergenza Coronavirus COVID-19: notizie e provvedimenti

Ordinanza del 2 giugno 2021 Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. 

Ordinanza 29 maggio 2021 Ai fini del contenimento della diffusione del virus Sars-Cov-2, le attività economiche e sociali devono svolgersi nel rispetto delle “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali”, elaborate dalla Conferenza delle Regioni e delle Provincie autonome, come definitivamente integrate e approvate dal Comitato tecnico scientifico, che costituiscono parte integrante della presente ordinanza

Ordinanza 21 maggio 2021 Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-Cov-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro.

Ordinanza 21 maggio 2021 Linee guida per la gestione in sicurezza di attivita’ educative non formali e informali, e ricreative, volte al benessere dei minori durante l’emergenza COVID-19.

Ordinanza 21 maggio 2021 Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Vuoi rimanere aggiornato sulle nuove tecnologie per la Didattica e ricevere suggerimenti per attività da fare in classe?

Sei un docente?

soloscuola.it la prima piattaforma
No Profit gestita dai

Volontari Per la Didattica
per il mondo della Scuola. 

 

Tutti i servizi sono gratuiti. 

Associazione di Volontariato Koinokalo Aps

Ente del Terzo Settore iscritta dal 2014
Tutte le attività sono finanziate con il 5X1000